Storia

“Quel che avete ereditato dai vostri padri dovete riconquistarlo per poterlo possedere”. (J.W. Goethe)

Lo studio fotografico Allegri fu fondato a Brescia nel 1851 da Giuseppe Allegri. Famiglia, quella degli Allegri, che vanta antiche origini, tra le più antiche di tutta la provincia di Brescia, risalenti fino al millecinquecento quando la poetessa Veronica Gambara, proveniente dal paese di Pralboino, dopo essersi sposata con Gilberto X, nobile di Correggio, richiamò nel bresciano famiglie emiliane per migliorare e bonificare la sua arida terra d’origine. Tra gli ascendenti degli Allegri migrati a Gambara, e in seguito anche a Brescia, si può annoverare Antonio Allegri, detto il Correggio, grande pittore del cinquecento. Il capostipite di questa nota discendenza di fotografi, Giuseppe Allegri, non fu solo il primo della sua famiglia ad occuparsi di fotografia, ma soprattutto tra i precursori che esercitarono l’arte fotografica a Brescia pochi anni dopo la sua invenzione.